Cacchiarelli, uno ‘stratega’ nel Senato accademico Isfoa

0

Nomina di grande prestigio in seno al Consiglio Magistrale dell’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale ISFOA – Libera e Privata Università di Diritto Internazionale: Sandro Cacchiarelli (foto in alto) su indicazione del magnifico rettore Stefano Masullo, entra a far parte del Senato Accademico rivestendo altresì il ruolo di pro rettore con delega allo sviluppo delle attività istituzionali.

Il magnifico rettore Stefano Masullo e il pro rettore generale Vincenzo Mallamaci

Sandro Cacchiarelli ha un curriculum d’eccezione. E’ membro ufficio di presidenza ‘Cinfai’, Consorzio Interuniversitario per la fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere, Ente Nazionale di Ricerca con personalità giuridica pubblica riconosciuto dal Miur, che riunisce 22 Università italiane; direttore generale ‘EnviSens Technologies Srl’; già spin off del Politecnico di Torino.

Laurea in Filosofia e Comunicazioni Sociali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, laurea in Economia Industriale con specializzazione in Tecnica Industriale e Commerciale rilasciata dalla Facoltà di Scienze Aziendali ed Economiche di Isfoa; Master in Marketing e Organizzazione Direzione Aziendale Isda S.p.A. – Roma; Master’s Degree in Organization Marketing, Management Flows and Processes McCaine Europa Lille –  Parigi.

Sandro Cacchiarelli, classe 1965, vanta un denso percorso professionale maturato in prestigiose ed importanti istituzioni sia private che pubbliche iniziato nel 1996 in qualità di consulente di direzione all’interno della multinazionale KPMG Peat Marwick Consulting dove ha seguito il progetto di riorganizzazione del Ministero del Bilancio attraverso l’analisi dei flussi finanziari dei centri di costo, successivamente ha rivestito i ruoli di membro del nucleo di valutazione – UVER – Unità di Verifica degli Investimenti Pubblici – Ministero dell’Economia e delle Finanze – Roma, 2001–2004, Capo dell’ufficio (capo di gabinetto) del Viceministro dell’ Economia onorevole Mario Baldassarri, 2001 – 2005, direttore regionale Poste Italiane ad Ancona.

Ha ricoperto inoltre i seguenti incarichi: membro del nucleo di valutazione del Comune di Ascoli Piceno (2019-2021); membro del consiglio, Banca del Fermano BCC (2014-2017); membro della Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata (1996-2016); membro del consiglio di amministrazione  Poste Vita S.p.A (2001–2007); membro del consiglio di amministrazione Nucleco S.p.A (2003–2006); presidente del consiglio di amministrazione SMEA S.p.A (1998–2001); presidente del consiglio di amministrazione Datacomuting Coop (2011-2013); presidente del consiglio di amministrazione Consorzio International Technologies(2010-2013).

Sandro Cacchiarelli, nel suo nuovo prestigioso incarico, affiancherà il pro rettore generale Vincenzo Mallamaci, cardiologo di fama internazionale, presidente e fondatore dell’ Associazione ‘E Ti Porto in Africa Onlus’; il pro rettore con delega allo sviluppo delle attività istituzionali in Repubblica Ceca, Antonino Madaffari; il pro rettore con delega allo sviluppo delle attività istituzionali nell’Europa Orientale, Francesco Schiavone di Favignana ed il pro rettore con delega allo sviluppo delle attività istituzionali nello Stato del  Vaticano–Santa Sede, monsignor Giulio Cerchietti.

Il messaggio di benvenuto del magnifico rettore Stefano Masullo è una presentazione delle ultime e qualificanti iniziative della Università: “Isfoa da sempre progetta e sviluppa operazioni a beneficio del progresso sociale, culturale ed economico procedendo sempre nello spirito cristiano, in maniera concreta e reale, in silenzio ed umiltà, in evidente contrapposizione alle chiacchiericcio e nel solco degli insegnamenti fondamentali ereditati dal Maestro Gesù Cristo. Per contribuire a risolvere il problema dei profughi ha sviluppato nel corso biennio alcune azioni potenzialmente rivoluzionarie: ha acquisto di numerosi ettari di terra coltivabile in Costa d’Avorio con conseguente donazione ad un folto gruppo di famiglie povere che hanno già iniziato così, in maniera dignitosa e con il proprio lavoro, a sopravvivere con produzioni di sussistenza per almeno 30 anni; ha costruito allevamenti avicoli finalizzati a sfamare i bambini poveri e le loro famiglie permettendone, inoltre, la scolarizzazione attraverso il ricavato dalla vendita di uova e polli al ceto più abbiente della popolazione locale; ha ristrutturato e arredato con le necessarie apparecchiature elettromedicali e contribuito alla gestione medica e para-medica del centro medico chirurgico con sala parto per i poveri di Kouassikro in Costa d’Avorio; ha costruito un pozzo nel villaggio Tienkouadio ubicato nella zona nord della Costa d’Avorio, territorio martoriato ed invaso dai ribelli, il terzo realizzato negli ultimi sei mesi”.

laDenuncia.it è testata giornalistica che si regge sulle donazioni dei lettori. Assicurerà – sempre – una informazione etica, libera, alternativa e gratuita. Per favore, sostienila.


Condividi.

Lascia un commento